Tra la fine e il vento

Gianco correva forte, a cercare di fermarlo era l’affanno, ma quando usci dalla foresta e vide quel che vide a fermarlo fu il terrore.

Gianco era lì, solo, col mare davanti a se e con la foresta alle sue spalle. Quel mare così improvviso, senza una spiaggia per rassicurare gli animi, era infestato dagli squali, mentre dalla foresta

. . . → Continua a leggere: Tra la fine e il vento

Quell’uomo applaudito

Arrivò, tutti applaudirono.

Parlò, altri applausi.

Concluse, tutti in piedi per riverenza.

Nessuno lo disse, molti lo pensarono:

Quell’uomo era quasi pieno di niente,

e quasi vuoto di tutto.

ULTIMI ARTICOLI

Chiari scuri


ARCHIVIO

Tutti gli articoli